Pulizia camere bianche: perché scegliere l’aspirapolvere con filtro HEPA

Per pulizia camere bianche si intende la sanificazione con aspiratori a filtrazione assoluta.

La norma ISO 14644-1 stabilisce come obiettivo delle operazioni di pulizia la riduzione della reimmissione di particelle contaminanti all’interno delle clean room. Per ottenere questo risultato è indispensabile l’utilizzo di un aspirapolvere con filtro HEPA o ULPA.

Orientarsi nella scelta non è semplicissimo, soprattutto se si tratta del primo acquisto.

Qui di seguito è disponibile la guida completa sugli aspiratori per la pulizia camere bianche, con tutte le indicazioni sulle caratteristiche dei filtri e una serie di piccoli suggerimenti per la manutenzione.

 

Pulizia camere bianche: i vantaggi degli aspiratori portatili

I requisiti di un aspiratore per pulizia camere bianche devono essere conformi agli standard per le emissioni di particelle stabiliti dalla legge.

La norma ISO 14644-1 classifica la pulizia dell’aria delle camere bianche in termini di concentrazione delle particelle. La legge definisce cioè i limiti di accettazione particellare per unità di volume. Nella classificazione rientrano solo le particelle sospese nell’aria e dotate di una distribuzione cumulativa dimensionale compresa tra 0,1 e 5 mm.

Come si traduce questo dato in termini di pulizia delle camere bianche? Per garantire il rispetto degli standard è necessario un aspirapolvere con filtro HEPA o ULPA, non a caso definiti a filtrazione assoluta.

I filtri ULPA hanno un’efficienza pari al 99,999% per particelle da 0,12 micron e una efficienza pari al 99,9995% per particelle da 0,18 micron. I filtri HEPA, invece, hanno un’efficienza pari al 99,95% per particelle da 0,3 micron (HEPA classe H13) e un’efficienza pari al 99,995% per particelle da 0,3 micron (HEPA classe H14).

L’aspirapolvere con filtro HEPA portatile diventa dunque la scelta migliore per una serie di ragioni:

 

  1. possibilità di aspirazione su pavimenti e pareti
  2. possibilità di pulizia delle macchine presenti nella clean room con conseguente rimozione di polveri e fumi generati dai processi di lavorazione
  3. maggiore controllo della contaminazione dell’aria grazie all’immagazzinamento del materiale aspirato nel serbatoio di recupero

 

L’uso di un aspirapolvere portatile è consigliato anche quando la camera bianca ha già un sistema di aspirazione centralizzato.

 

Pulizia camere bianche: Ares White

Elsea propone l’aspirapolvere con filtro HEPA ARES WHITE, destinato alla pulizia di camere bianche di ospedali, aziende farmaceutiche e laboratori chimici.

Per garantire gli standard previsti dalla legge è necessario che l’aspiratore sia sempre ai massimi livelli di efficienza. Bisogna cioè controllare il sistema di filtrazione e sostituirlo immediatamente in caso di fori, tagli o anomalie.

Non solo, sarebbe buona pratica rimuovere periodicamente il filtro e lavarlo con acqua e detersivo. Si tratta, infatti, di un filtro in stoffa che si può tranquillamente lavare senza provocare alcun danno. Prima di montarlo nuovamente sull’aspiratore, ci si deve solo assicurare che sia perfettamente asciutto.

Per saperne di più sulle caratteristiche tecniche di ARES WHITE e sulle modalità di utilizzo e manutenzione, basta contattare i responsabili di Elsea tramite il form a lato.